m
Attendre s'il vous plaît ......

Réponses

Ma personnalité
Les aspects négatifs de la vie à mon senslilly: La violenza, la povertà, la prepotenza e l'ignoranza
walterwhite: La cattiveria della gente, l'egoismo, la mancanza di valori, la superficialità, la violenza, l'odio, il razzismo, il bullismo, l'insensibilità della gente verso i diversi.
emanuele: Quando viene buio presto, l'abbandono, il non aver nessuno, l'inconsapevolezza di molte persone incolte.
ulysses: La falsità, la malizia, il tradimento, l'ignoranza, la violenza, la pusillanimità
felix: Importanza solo all'apparenza. Il giudizio. I pensieri negativi in loop. Sentire un vuoto, una mancanza. Dipendere emotivamente da qualcuno. Litigare. Perdere qualcuno.
giorgio: Non tutte le sorprese sono buone, ma vale sempre la pena provarci.
utopialloradelte: Nel microcosmo la mancanza di rispetto, nel macro si potrebbe parlare per ore
mariner63: La violenza, le guerre, la povertà
stargazer86: La cattiveria umana, l'insensibilità
massimo: Odiare e solitudine
yari75: La non ugualianza tra le persone, possibilità e diritti negati.
Il cinismo
viola95: L'arroganza, il menefreghismo, l'approfittarsi di qualsiasi persona/cosa/situazione
bido74: Pensare a cose tristi
lcanci: Taubheit, nach Innen und nach Außen
sevenletters: Le disuguaglianze, le ingiustizie
brunilde: La catena alimentare. Trovo macabro che la Vita debba nutrirsi di altra Vita che sia animale che vegetale.
davidinox: Rischiando di sembrare tautologico. Di brutto c'è tutto ciò che è brutto (delusione, solitudine, perdita, miseria, etc...)
valya: Bè, nella vita purtroppo ci sono anche tante cose brutte e nei momenti peggiori tendiamo a concentrarci purtroppo solo su queste.

Innanzitutto non tollero ogni forma di ingiustizia e di prevaricazione dei forti sui più deboli; non sopporto le prepotenze, da quelle perpetuate ad esempio dalla società stessa attraverso la sua organizzazione per arrivare a quelle più quotidiane, come quelle che ad esempio si fanno i bambini tra di loro a scuola.

Non sopporto la disonestà, la corruzione, la falsità, l'ipocrisia, e penso che uno dei problemi maggiori nella società occidentale sia quello di anteporre il profitto al benessere e al valore dell'individuo, commisurato appunto alla sua capacità di produrre beni materiali.

Il male più grande è che si dimentica l'uomo nella sua essenza più nobile, quella spirituale e interiore, per dare spazio solo a quella esteriore, in un abbrutimento generale dove l'individuo è schiacciato da una mentalità volta all'accumulo e al mero apparire.

Forse la cosa più triste è notare - essendo io un'educatrice - come il male sia radicato in fondo nell'anima umana, visto che l'istinto primario dei bambini e dei ragazzini è comunque sin da molto piccoli quello di prevaricare sul più debole, quello di dare addosso ed emarginare chi non è come gli altri. Solo l'educazione può arginare l'istinto belluino e primitivo di sopraffazione.

Io ho una visione molto cupa e pessimista della natura umana, ben rappresentata a mio avviso ne "Il signore delle mosche" di Golding.

atena: La confusione che si ha quando gli altri ti stanno intorno parlano di tante cose ma tu non capisci niente.
newman: L'incomprensione tra esseri umani